Rabarbaro

Rabarbaro

Origine

Il rabarbaro medicinale proviene dall'Asia e appartiene alla famiglia delle Polygonaceae. 

In fitoterapia, si usa la radice della specie chiamata rabarbaro cinese o Rheum officinale.

Si distingue dal rabarbaro alimentare, le cui code rosso-verdi (e non le foglie, che sono tossiche) si mangiano sotto forma di composta o torta.

Si usa in infusione, in forma liquida, in capsule o in compresse.

Proprietà

Come lassativo, la radice di rabarbaro cinese è usata principalmente per trattare la stitichezza lieve e occasionale.

La rapontina, contenuta nell'estratto liquido della radice di rabarbaro, si dice che aiuti a rallentare la proliferazione delle cellule tumorali.

Antinfiammatorio e antidolorifico, le proprietà curative dell'emodina contenuta nella sua radice ne fanno un ottimo rimedio per alleviare le infiammazioni leggere, in particolare in caso di affezioni del cavo orale (afte, gengiviti, riacutizzazioni dentarie, malattie parodontali). 

In questo caso, è usato come gel per la bocca o per le gengive.

Antivirale e antimicrobico, è particolarmente attivo contro il virus dell'epatite B e lo stafilococco aureo.

Non è raccomandato per le donne incinte o che allattano, in caso di infiammazione intestinale o per i bambini sotto i 10 anni.

I nostri prodotti in contenitori

Lise Lafaurie - Diététicienne et nutritionniste

Lise Lafaurie

Dietologa e nutrizionista, amante della vita e ho la vocazione a rispolverare la visione austera e vecchio stile della dieta tradizionale. Autrice del blog "Le Patatine Verdi", il motto che mi è caro "se fa bene alle mie papille gustative, fa bene al mio corpo".