Bifidobacterium bifidum

Più comunemente conosciuto come bifidobatteri o bifidus, il bifidobacterium bifidum è un cosiddetto batterio probiotico, che può aiutare i batteri naturalmente presenti nel nostro corpo. Concentrati su questi batteri benefici per il nostro tratto digestivo...

Origine

Il nome bifidobacterium, attribuito a questo batterio da Christian Gottfried Ehrenberg nel 1838, deriva dal latino "bifidus" che significa "diviso in due" e "bacterium" che è la traduzione latina di "bastone", a causa della sua morfologia a forma di Y bifida. Nel 1899, Henri Tissier, un pediatra dell'Istituto Pasteur, isolò per la prima volta il bifidobatterio nelle feci di un bambino.
Il bifidobacterium bifidum è stato a lungo assimilato al Lactobacillus bifidus dai batteriologi, ma oggi sappiamo che appartiene a un taxon separato di bifidus. Il B. Il Bifidum è quindi un batterio strettamente anaerobio (non supporta l'ossigeno ed è quindi difficile da studiare in laboratorio), Gram positivo, particolarmente presente nel colon dei neonati allattati al seno ma il cui livello diminuisce con l'età.

Fonti alimentari

B.Bifidum è un probiotico che non si trova naturalmente negli alimenti, a differenza di altri probiotici del tipo lactobacillus, naturalmente presenti in yogurt, formaggi, kefir di frutta, kefir di latte, salsiccia o olive.
D'altra parte, ci sono molti yogurt arricchiti con B.bifidum, che sono utili per stimolare il sistema immunitario e migliorare le funzioni digestive dei loro consumatori. È il caso degli yogurt con bifido attivo, sempre più numerosi sul mercato, la cui marca di punta è Activia della Danone.

Benefici e virtù

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, i probiotici sono "batteri vivi che, se consumati regolarmente e in quantità sufficiente, hanno un effetto potenzialmente benefico sulla salute.
Ma per capire meglio le virtù del B.Bifidum, è importante capire come funziona la nostra flora intestinale. Si stima che ci siano più di 100.000 batteri nel nostro tratto digestivo, o quasi 1,5 kg di batteri in un umano adulto! Questi batteri appartengono a centinaia di specie diverse, e ognuno di noi ha la propria composizione batterica chiamata microbiota, che è in qualche modo una firma batterica unica.
Un microbiota affetto, diminuito o sbilanciato può avere conseguenze significative sulla salute e sulla forma fisica. I probiotici, e in particolare il B.Bifidum, sono quindi molto efficaci per rigenerare e riequilibrare la flora intestinale.

Rafforza il sistema immunitario

Un microbiota equilibrato è essenziale per una buona salute, poiché i nostri batteri interagiscono con le cellule del sistema immunitario. Senza microbiota, o con un microbiota squilibrato, il sistema immunitario è atrofizzato.
Uno studio in doppio cieco condotto nel 20151 e pubblicato nel Journal of the American College of Nutrition ha testato una combinazione di 3 probiotici (Lactobacillus gasseri, Bifidobacterium bifidum e Bifidobacterium longum) sul sistema immunitario. Il risultato è chiaro: il livello di linfociti circolanti (globuli bianchi il cui alto livello riflette un sistema immunitario efficace) rimane costante durante il trattamento, mentre diminuisce rapidamente con il placebo.

Migliora i disturbi intestinali, la diarrea

Studi clinici del 19942 e del 20103 hanno dimostrato i benefici della B. Bifidum nella diarrea da rotavirus o nella diarrea associata alla radioterapia del cancro cervicale. Uno studio giapponese condotto nel 2015 e pubblicato in Bioscience of Microbiota, Food and Health ha mostrato un miglioramento dei sintomi in pazienti con FBS (sindrome dell'intestino irritabile) che provoca dolore addominale con costipazione, diarrea o un'alternanza di entrambi. La FBS colpisce circa una persona su cinque e può essere molto dolorosa e debilitante.

Infine, B. Il Bifidum ha dimostrato di inibire l'attività dell'Helicobacter pylori, un batterio che colonizza la mucosa gastrica causando un'infezione cronica. Si pensa che quasi una persona su due nel mondo sia affetta da H. pylori, che può predisporre al cancro gastrico. Allevia i sintomi di alcune intolleranze alimentari (glutine, lattosio, ecc.)
Queste allergie o intolleranze alimentari causano gravi disturbi digestivi che alterano la flora intestinale e possono atrofizzare i villi intestinali. Ripristinando il microbiota, B. Bifidum contribuisce alla ricostruzione delle pilosità e al miglioramento dei sintomi.

Riduce le infezioni del tratto respiratorio superiore

Uno studio in doppio cieco condotto nel 2015 e pubblicato sul British Journal of Nutrition, ha dimostrato che l'assunzione di bifidobacterium bifidum negli studenti stressati in vista degli esami ha ridotto significativamente il rischio di infezioni delle vie respiratorie superiori rispetto al gruppo di controllo trattato con placebo ma anche rispetto ad altri due gruppi trattati con altri batteri probiotici.

Dosaggio

Perché i probiotici siano efficaci, è essenziale che arrivino in gran numero e vivi nell'intestino. Tuttavia, lo stomaco produce succhi gastrici che uccidono il 90% dei probiotici se non sono adeguatamente protetti. Per evitare questo, ci sono capsule rivestite di enterico, progettate per resistere ai succhi gastrici e dissolversi solo una volta nell'intestino.
L'unità di misura dei probiotici sono le CFU (Colony Forming Units), e il dosaggio raccomandato per i probiotici varia da 2 a 30 miliardi al giorno a seconda delle indicazioni.

Effetti collaterali e controindicazioni

Un consumo elevato di integratori a base di probiotici può causare un aumento dei gas intestinali, gonfiore o anche una leggera irritazione intestinale in alcune persone. Può allora essere consigliabile ridurre il dosaggio e poi aumentarlo più gradualmente. Non usare senza indicazione medica in caso di indebolimento del sistema immunitario dovuto a una malattia (AIDS, linfoma) o a un trattamento (chemioterapia, radioterapia).
Allo stesso modo, in caso di nausea, febbre, vomito, diarrea contenente sangue o mal di stomaco significativo, è consigliabile consultare un medico prima di iniziare una cura probiotica.

Lise Lafaurie - Diététicienne et nutritionniste

Lise Lafaurie

Diététicienne et nutritionniste, bonne vivante et décomplexante j'ai pour vocation de dépoussiérer la vision austère et vieillotte de la diététique traditionnelle. Auteur du blog Les Frites Vertes, la devise qui m'est chère "si c'est bon pour mes papilles, c'est bon pour mon corps".

  • Summary