Multivitamine e multiminerali, benefici che ti sorprenderanno!

L’uso di integratori alimentari è diventato sempre più popolare, con combinazioni multivitaminiche e multiminerali che sono le più usate.

In effetti, un’adeguata assunzione di vitamine e minerali è spesso necessaria per il mantenimento di una buona salute, visto il crescente uso di diete squilibrate.

Ma ciò che è più sorprendente, quando guardiamo i dati della ricerca scientifica, è che scopriamo proprietà benefiche delle combinazioni multivitaminiche/multiminerali che forse non ci saremmo aspettati.

Multivitamine: un’azione benefica sulle infezioni respiratorie

La prima di queste proprietà è un’azione positiva sulle infezioni acute del tratto respiratorio.

Queste proprietà sono supportate da 2 recenti revisioni della letteratura scientifica.

Il primo articolo (1), ha esaminato i risultati di 7 studi clinici condotti in adulti di 50 anni o più e che ricevevano un’integrazione multivitaminica/multiminerale somministrata tra tre mesi e due anni a seconda dello studio.

L’analisi dei risultati di questi studi ha mostrato che l’integrazione multi-vitamina/multi-minerale ha ridotto i sintomi associati alle infezioni acute del tratto respiratorio, come:

  • mal di testa
  • congiuntivite
  • restrizione dell’attività

La seconda revisione(2) ha esaminato l’azione dell’integrazione multivitaminica/multiminerale negli anziani.

Attraverso i risultati di 3 studi clinici, questa revisione dei dati scientifici disponibili ha dimostrato che gli integratori multivitaminici e minerali riducono significativamente il numero medio di giorni trascorsi con un’infezione all’anno negli anziani; questa riduzione è in media di 17,5 giorni all’anno.

I benefici degli integratori multivitaminici sulle nostre attività cognitive

Una grande meta-analisi(3) è stata condotta nel 2012 per valutare se le multivitamine possono essere utilizzate efficacemente per migliorare le capacità cognitive.

Ha riunito i risultati di 10 studi clinici randomizzati che hanno confrontato l’effetto sulla memoria di un’integrazione multivitaminica orale (durata maggiore o uguale a un mese) con quello di un placebo (sostanza senza attività).

I dati di 3200 pazienti sono stati inclusi in questa meta-analisi.

Rispetto ai pazienti che hanno preso il placebo, quelli che hanno ricevuto un’integrazione multivitaminica hanno visto la loro memoria a richiamo libero immediato migliorare significativamente.

In altre parole, la loro capacità di recuperare una lista di parole nell’ordine desiderato dopo un breve intervallo di tempo è stata aumentata dall’integrazione multivitaminica.

Un altro team di ricercatori, basandosi sull’osservazione che i processi biochimici nel cervello influenzano l’umore, ha stimato che piccole carenze alimentari, responsabili di una piccola diminuzione dell’efficienza di un enzima, potrebbero influenzare cumulativamente il nostro umore.

Hanno poi ipotizzato che quando la dieta non fornisce un apporto ottimale di micronutrienti (multi-vitamine/multi-minerali), l’integrazione dovrebbe avere un effetto benefico sull’umore.

Per testare questa ipotesi, hanno condotto una meta-analisi(4) che ha valutato la potenziale influenza dell’integrazione alimentare multi-vitaminica/multi-minerale sull’umore.

Hanno cercato tutti gli studi clinici randomizzati e controllati con placebo che hanno valutato l’influenza degli integratori multivitaminici/multiminerali, presi per almeno 28 giorni, su vari aspetti dello stress, dei sintomi psichiatrici lievi o dell’umore nella popolazione generale.

Otto studi hanno soddisfatto questi criteri e sono stati inclusi nella meta-analisi.

I risultati mostrano che l’integrazione multivitaminica/multiminerale ha ridotto significativamente, rispetto al placebo

  • Livelli di stress percepiti
  • Sintomi psichiatrici lievi
  • Ansia
  • Fatica
  • Confusione

L’integrazione di micronutrienti ha quindi dimostrato di avere un effetto benefico sullo stress percepito, sintomi psichiatrici lievi e aspetti dell’umore quotidiano in individui apparentemente sani.

Multivitamine e i loro benefici sulla pressione sanguigna

Infine, un’ultima meta-analisi(5) ha esaminato l’azione potenziale dell’integrazione multivitaminica/multiminerale sulla pressione sanguigna.

L’effetto dell’integrazione multivitaminica/multiminerale sulla pressione sanguigna è stato studiato in 8 studi clinici randomizzati che hanno coinvolto un totale di 2100 persone.

La meta-analisi dei risultati di questi 8 studi ha mostrato che l’integrazione multivitaminica/multiminerale ha avuto un effetto di riduzione sulla pressione sanguigna sistolica e diastolica con una diminuzione media di 1,31 mmHg e 0,71 mmHg, rispettivamente.

Questa riduzione significativa della pressione sanguigna nei soggetti normotesi con l’integrazione multivitaminica/multiminerale potrebbe essere legata alle diminuzioni dell’ansia e dello stress riscontrate nello studio precedentemente citato(4), ma per confermare questa ipotesi, dovrebbe essere eseguita una ricerca di correlazione.

Bibliografia

(1) Multivitamins for acute respiratory tract infections: a rapid review. Holger Cramer, Nicole Hannand, Janet Schloss, Matthew Leach, Iva Lloyd, Amie Steel. Advances in Integrative Medicine Volume 7, Issue 4, December 2020, Pages 227-231

(2) Role of multivitamins and mineral supplements in preventing infections in elderly people: systematic review and meta-analysis of randomised controlled trials. Alia El-Kadiki, Alexander J Sutton. BMJ, doi:10.1136/bmj.38399.495648.8F (published 31 March 2005) 

(3) The Effects of Multivitamins on Cognitive Performance: A Systematic Review and Meta-Analysis. Natalie A. Grima, Matthew P. Pase, Helen Macpherson and Andrew Pipingas. Journal of Alzheimer’s Disease 29 (2012) 561–569DOI 10.3233/JAD-2011-111751

(4) Effects of vitamin and mineral supplementation on stress, mild psychiatric symptoms, and mood in nonclinical samples: a meta-analysis. Long SJ, Benton D. Psychosom Med. 2013 Feb;75(2):144-53. doi: 10.1097/PSY.0b013e31827d5fbd. Epub 2013 Jan 29

(5) Effects of Multivitamin and Multimineral Supplementation on Blood Pressure: A Meta-Analysis of 12 Randomized Controlled Trials. Li K, Liu C, Kuang X, Deng Q, Zhao F, Li D. Nutrients. 2018 Aug 3;10(8):1018. doi: 10.3390/nu10081018.

Notez cet post

Gilles Badot

Scienziato di formazione (farmacologia clinica, metabolismo dei farmaci e nutrizione), sono stato per 18 anni direttore dell'informazione scientifica e della ricerca clinica presso i laboratori GENEVRIER e, da gennaio 2016 a ottobre 2018, ho ricoperto la carica di presidente del gruppo "acidi ialuronici" dell'Unione nazionale dell'industria delle tecnologie mediche (SNITEM).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *