Modi naturali per combattere i sintomi della menopausa

La menopausa colpisce le donne a partire dai 50 anni di età circa. È spesso difficile superare questa fase, sia emotivamente che fisicamente. Poiché ogni donna è diversa, i sintomi possono variare. Per aiutarti a superare questa fase, ecco i nostri consigli su come combattere i sintomi della menopausa in modo naturale.

Che cos’é la menopausa?

La menopausa è un fenomeno fisiologico naturale. La parola significa letteralmente “la fine delle mestruazioni”. È una tappa obbligata nella vita di una donna, caratterizzata da un cambiamento nel funzionamento delle ovaie che porta alla cessazione definitiva delle mestruazioni e comporta un cambiamento nel livello di ormoni nel corpo. Di solito appare intorno ai 50 anni, ma alcune persone sperimentano l’inizio di una menopausa precoce. Per molte donne, questo può essere accompagnato da sintomi spesso angoscianti. Questi sintomi sono spesso un’indicazione dell’inizio della menopausa. Ecco alcuni consigli su come vivere la menopausa con più calma.

Vampate di calore

Le vampate di calore sono un sintomo sperimentato da circa il 60-80% delle donne. Appaiono con l’ultimo ciclo mestruale e possono durare per diversi anni.

Altre conseguenze delle vampate di calore sono la sudorazione e le palpitazioni.

Queste sensazioni sgradevoli sono difficili da trattare anche con i trattamenti ormonali attualmente disponibili. Ecco alcuni consigli per aiutarvi.

Black cohosh, una specie sorprendente

Il primo viene dagli indiani d’America: il cohosh nero. È stato solo nel 20° secolo che i medici hanno iniziato a usarlo come alternativa alla terapia ormonale sostitutiva per le donne in menopausa. Gli studi condotti su questa pianta riportano effetti come la riduzione delle vampate di calore e della sudorazione.

Olio essenziale di salvia, un mimico degli estrogeni

L’olio essenziale di salvia (Salvia sclarea) è composto da sclareolo, un composto che imita l’azione degli estrogeni, l’ormone femminile. L’uso di questo olio è raccomandato per il massaggio sul basso ventre, per la diffusione e anche per l’inalazione.

Insonnia, risvegli notturni

Anche se la qualità del sonno diminuisce con l’età, i risvegli notturni sono molto frequenti durante la menopausa e possono causare molti altri problemi alla salute. Non è una fatalità, ed esistono molte soluzioni che non richiedono un trattamento farmacologico.

5-HTP, precursore dell’ormone del sonno

5-HTP è una molecola naturalmente presente nel nostro corpo. Questa molecola è coinvolta nella metabolizzazione di un neurotrasmettitore, la serotonina. Questo neurotrasmettitore, presente nel sistema nervoso centrale, ha la capacità di regolare il nostro orologio interno. La serotonina è essa stessa il precursore della melatonina, l’ormone del sonno.

Melatonina, per una notte riposante

La melatonina, o ormone del sonno come detto prima, è prodotta dall’epifisi dopo il tramonto. È coinvolto nella regolazione di diverse fasi della vostra notte. Colpisce la fase di addormentamento, la qualità del sonno e anche la regolazione dei cicli del sonno.

GABA, un’attività neuro-inibitoria

GABA, o acido gamma aminobutirrico, è un neurotrasmettitore che ha un’azione inibitoria sull’attività dei neuroni a cui è collegato. Le sue funzioni principali sono quelle di promuovere il rilassamento fisico e mentale, di rallentare il ritmo cardiaco e anche di ridurre il tono muscolare e gli spasmi: tutti i criteri necessari per preparare il corpo a un lungo e buon sonno.

Disturbi dell’umore

Lo sconvolgimento ormonale è una delle cause dei disturbi dell’umore. Ma oltre a questo, c’è spesso la sensazione di fare un passo verso la vecchiaia, che spesso ha un impatto sull’umore delle donne.

Per rimediare a questo e per prendere la vita dal lato giusto, ci rilassiamo!

Olio essenziale di lavanda

La medicina tradizionale continua ad affermare che la lavanda (Lavandula angustifolia) ha un potente effetto rilassante. Ci sono molte testimonianze su questo argomento, e la scienza ce lo spiega. La lavanda contiene linalolo, un composto che non solo ha quel caratteristico odore calmante, ma ha anche il potere di inibire l’eccitazione di alcuni dei nostri neuroni. Un effetto garantito per qualsiasi cosa tu scelga di usare questo olio essenziale.

Olio essenziale di bergamotto

Come la lavanda, il bergamotto (Citrus bergamia) contiene linalolo, che gli conferisce gli stessi poteri rilassanti. Potete quindi alternare il loro uso o usarli in sinergia. Sta a voi scegliere quale vi conviene di più.

Olio essenziale di Ylang Ylang

Il suo nome significa “il fiore dei fiori”, un indizio della sua caratteristica fragranza. L’Ylang Ylang (Cananga odorata) è composto principalmente da sesquiterpeni, queste molecole hanno una forte azione antinfiammatoria. Questo olio essenziale è associato ad ampi effetti calmanti e spasmolitici.

Diminuzione della libido

Durante la menopausa, i livelli di estrogeni tendono a diminuire ed è questo fenomeno che può portare a un calo della libido. Ma non c’è bisogno di arrendersi, ci sono soluzioni.

Lo sport come alleato per la fiducia in se stessi

Un semplice consiglio: fare esercizio. Aiuta ad aumentare la resistenza e la forza fisica. Inoltre, l’esercizio aiuta a sentirsi più sicuri di sé e della propria immagine, e quindi a stimolare la libido.

Maca, ginseng peruviano

La maca è la pianta per eccellenza quando si parla di menopausa. Conosciuta anche come ginseng peruviano, la maca è nota nella medicina tradizionale peruviana per le sue virtù nell’alleviare i disturbi sessuali. Ha anche la capacità di ridurre l’ansia, una combinazione perfetta per superare questa fase cruciale della menopausa.

Aumento di peso

No, signore, l’aumento di peso non è inevitabile dopo la menopausa. E per una buona ragione, questo aumento di peso non è direttamente legato alla menopausa, ma piuttosto alla riduzione dell’attività metabolica dovuta all’età: il corpo brucia i grassi meno rapidamente di prima. Siate consapevoli che l’aumento di peso può portare ad un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, diabete e ipertensione. Quindi cerchiamo di ridurre il nostro apporto calorico e di incorporare un po’ di esercizio nella nostra routine quotidiana.

Garcinia cambogia, una spinta naturale

Probabilmente avete già sentito parlare molto di questa pianta. Si usa per le diete ed è anche molto utile per il controllo del peso. Un alleato importante in un momento della tua vita in cui il tuo metabolismo non é più veloce come prima. Le due principali virtù della Garcinia Cambogia sono: la sua azione soppressiva dell’appetito e brucia grassi grazie a uno dei suoi composti principali, l’acido idrossicitrico.

Konjac, un appetito regolato

Pianta di origine asiatica, il konjac è ricco di fibre e di vitamina B6. Queste fibre includono il glucomannano, che è capace di assorbire fino a 100 volte il suo peso in acqua. In questo modo, questa pianta, che contiene pochissime calorie, si gonfia nello stomaco e genera una sensazione di sazietà. In questo modo, puoi limitare naturalmente il tuo apporto calorico ed evitare di ingrassare. Il piccolo extra: la vitamina B6 che contiene ti dà un po’ di energia!

Durante questo periodo, si tende a non sentirsi compresi o ascoltati. Ma è importante discutere tutte le opzioni con il tuo ginecologo!

Riferimenti

Notre soupe aux cailloux. Réseau québécois d’action pour la santé des femmes (RQASF). 2004. La physiologie de la ménopause.

Clarisa R. Gracia, Ellen W. Freeman. 2018. Début de la transition de la ménopause : Les premiers signes et symptômes.

Notez cet post

Axelle

Come ingegnere in biologia, le mie esperienze in fitoterapia e aromaterapia mi hanno permesso di unire valori e professione. Oggi, sono desiderosa di condividere le mie conoscenze per imparare tutti insieme a consumare prodotti naturali in modo più consapevole e ragionato per la vostra salute e il vostro benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *