Glutatione: quello che non sai

Il glutatione è un potente antiossidante che suscita molto interesse in ragione dei suoi numerosi vantaggi per la salute. Ma cosa fa esattamente? Come agisce sull’organismo?

Alcuni dicono che abbia degli effetti anti-age, mentre altri affermano che possa stimolare il metabolismo dei grassi.

Attraverso questa lettura approfondiremo l’argomento soffermandoci sui benefici di Glutatione e sulla sua efficacia, supportata dalla ricerca.

Cos’è esattamente il glutatione?

Si tratta di un antiossidante che si trova in tutte le cellule dell’organismo ed è composto da 3 tipi di molecole differenti, chiamate amminoacidi.

Gli amminoacidi si mescolano in diversi modi per formare tutte le proteine dell’organismo.

Il glutatione può essere prodotto nel fegato, a differenza degli altri antiossidanti. Una volta sintetizzato, supporta diverse funzioni essenziali, soprattutto:

  • La creazione della base delle proteine e delle cellule;
  • La promozione della funzione immunologica;
  • La dissoluzione di certi radicali liberi;
  • La creazione degli spermatozoi;
  • L’eliminazione del mercurio dal cervello;
  • L’aiuto al fegato e alla cistifellea nel metabolismo dei grassi;
  • Il contributo nel processo di degradazione delle vecchie cellule.

I ricercatori hanno scoperto delle correlazioni tra i bassi livelli di glutatione e alcuni disturbi fisiologici ma questo problema può risolversi grazie a un’integrazione orale.

Questi integratori sono:

Aglio Nero

Cardo Mariano

Glutatione

La riduzione dell’esposizione alle tossine e alla consumazione di cibi nutrienti sono altre strategie efficaci per stimolare naturalmente i livelli di questo importante antiossidante.

Quali sono i benefici del glutatione?

I benefici includono:

  • La capacità antiossidante:

I radicali liberi partecipano all’invecchiamento e all’apparizione di alcune malattie ma gli antiossidanti come il glutatione aiutano a combattere i radicali liberi e proteggono l’organismo. Infatti, il glutatione è un potente antiossidante, anche perché si ritrova in grandi quantità in ogni cellula del corpo.

  • Aumentare la sensibilità all’insulina:

La resistenza all’insulina può condurre al diabete di tipo 2. Infatti, la produzione di insulina permette all’organismo di trasportare il glucosio della circolazione sanguigna verso le cellule che lo utilizzano come energia. Secondo una ricerca condotta nel 2018, i pazienti che soffrono di una resistenza all’insulina presentano dei livelli di glutatione bassi.

  • Ridurre i danni cellulari nei pazienti affetti da malattie al fegato:

Malattie come l’epatite provocano la distruzione delle cellule del fegato ma la sostanza oggetto di questa lettura riduce i danni al fegato. Oltretutto, una ricerca clinica condotta nel 2017 ha dimostrato che può contribuire al trattamento del fegato grasso, grazie alle sue capacità antiossidanti e di detossificazione. 

  • Ridurre i sintomi del morbo di Parkinson:

A giudicare da alcuni studi condotti, il mantenimento di un adeguato livello di glutatione può aiutare a ridurre i sintomi del morbo di Parkinson.

  • Attenuare gli effetti della colite ulcerosa:

La colite ulcerosa, come altre malattie infiammatorie, è legata allo stress ossidativo eppure una ricerca condotta nel 2003 ha dimostrato che l’integrazione di questo importante antiossidante può attenuare i danni al colon

Conclusione

Il glutatione è un antiossidante che il corpo sintetizza e utilizza quotidianamente. I ricercatori hanno stabilito un legame tra i bassi livelli di glutatione e una varietà di condizioni mediche. 

Per questo, Nutrimea ha deciso di formulare Glutatione! Si tratta di un integratore alimentare che combatte l’ossidazione e potenzia il sistema immunitario. Ampiamente utilizzato nei cosmetici anti-età per la sua azione benefica sulla melanina: rende la pelle luminosa, la carnagione più uniforme agendo direttamente sulle macchie con un effetto sbiancante.

5/5 - (2 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *